Direzione regionale Basilicata

Riflettori puntati sui Sassi di Matera. Protocollo d'intesa tra il Comune e l'Agenzia delle Entrate

Favorire l’equità fiscale, a cominciare dal rione Sassi, per ampliarsi in futuro al resto della città. E’ questo uno dei passaggi fondamentali del “Progetto Sassi”, l’accordo che il Comune di Matera ha sottoscritto con l’Agenzia delle Entrate della Basilicata lo scorso 1° febbraio.

ll direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate della Basilicata, Giuseppe Orazio Bonanno, e il vice sindaco del comune di Matera, Giovanni Schiuma, hanno firmato l’intesa che prevede, tra l’altro, l’aggiornamento delle numerose rendite catastali di unità immobiliari (come alberghi, pensioni, B&B, uffici, case vacanze, ristoranti, uffici, depositi e residenze private) che attualmente non risultano aggiornate.

 La collaborazione fra i due enti permetterà la realizzazione di concrete sinergie di sistema per una più puntuale osservazione, sotto il profilo fiscale, del settore immobiliare e, allo stesso tempo, costituirà un’opportunità, per il Comune di Matera, di reinvestire in servizi per la comunità le somme dei recuperi d’imposta derivanti dalla sua partecipazione all’accertamento ai sensi del D.L. 203 del 2005.

 “La nostra intenzione – ha spiegato il direttore Bonanno – è quella di individuare le distonìe e allinearle nel contesto delle effettive titolarità legate alle concessioni. Nei Sassi sono presenti oltre 3000 unità che rappresentano significativi volumi immobiliari da monitorare. Facendo “sistema” tra le due istituzioni saranno attivati agili e snelli canali di comunicazione e scambi di informazioni con il Comune di Matera. Il tutto nell’interesse generale e nel rispetto delle norme per contribuire alla giusta affermazione dell’equità fiscale, confidando anche nell’adempimento spontaneo di coloro che attualmente non sono in regola”.

L’attenzione verso il patrimonio immobiliare comunale risale all’atto del nostro insediamento – sostiene l’assessore alle Opere pubbliche Antonella Prete – quando è emersa la necessità di procedere al riordino della materia sia dal punto di vista fiscale che da quello formale amministrativo. In questo modo potremo contare sulla corrispondenza dei dati reali con quelli giuridici, evitando discrasìe del sistema. Il protocollo con l’Agenzia delle Entrate appena firmato è il frutto di una profonda sinergia fra il Settore Patrimonio e la Direzione regionale e proseguirà con l’attività di riordino di tutti gli ‘usi civici".

Per il Comune di Matera si tratta di un importante passaggio” – ha spiegato il vice sindaco Giovanni Schiuma che si è confrontato con i vertici dell’Agenzia delle Entrate insieme all’assessore al Patrimonio Antonella Prete e al capo di gabinetto Maria Rita Iaculli. “In un contesto di scambio di informazioni fra la direzione regionale della Basilicata e il Comune ha concluso il vice sindaco - verranno individuati dei referenti ai quali spetterà il compito di individuare unità immobiliari, nei rioni Sassi, oggetto di sub concessioni e procedere all’aggiornamento catastale”.

Potenza, 2 febbraio 2016