Direzione regionale Basilicata

Prorogati i termini per la chiusura delle liti fiscali minori, porte aperte fino al 2 aprile per i ritardatari

Prorogato al 2 aprile 2012 il termine ultimo per presentare la domanda e versare gli importi relativi alla definizione delle liti di valore non superiore a 20 mila euro pendenti al 31 dicembre 2011. La proroga riguarda sia le controversie già pendenti alla data del 1° maggio 2011 sia quelle instaurate tra il 2 maggio e il 31 dicembre 2011.
L’Agenzia delle Entrate, con la circolare 7/E dello scorso 15 marzo, ha fornito chiarimenti sulle modifiche apportate alle precedenti disposizioni normative.
Nello specifico, potranno accedere alla chiusura agevolata delle controversie minori sia coloro che non avevano eseguito il versamento alla precedente scadenza (30 novembre 2011), sia coloro che hanno presentato ricorso in Commissione tributaria provinciale nel periodo compreso tra il 2 maggio e il 31 dicembre 2011 e che non intendono più proseguire nel giudizio.
La lite può essere chiusa a patto che non sia già intervenuta una pronuncia giurisdizionale definitiva prima del 28 febbraio 2012, data di entrata in vigore della Legge n. 14/2012, che ha convertito il decreto mille proroghe.
L’Agenzia delle Entrate ha anche chiarito che non è possibile definire le liti per le quali al momento della presentazione della domanda di chiusura è già stata depositata una sentenza o un'ordinanza decisoria della Corte di Cassazione.
Il testo della circolare è disponibile sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate,
www.agenziaentrate.gov.it .


Potenza, 20 marzo 2012

la brochure informativa (3.01 MB)