Direzione regionale Basilicata

Ti trovi in: Home - Servizi - Interpello

Interpello

Interpello ordinario


Con l'approvazione dello Statuto del contribuente ad opera della L. 212/2000, è stato ampliato l'ambito di applicazione del diritto di interpello rafforzando, così il rapporto di fiducia tra il fisco e il contribuente. La normativa contentua nell'art. 11 dello Statuto e nel regolamento di attuazione fissa regole ben precise volte a tutelare il contribuente.

L'interpello è esteso a tutte le materie fiscali a condizione, però, che l'istanza presentata dal contribuente sia circostanziata, riferita a casi concreti e personali, relativa ad obiettive condizioni di incertezza sulla corretta interpretazione della norma fiscale.

Per i tributi la cui gestione è attribuita all'Agenzia delle Entrate (ossia imposte sui redditi, IVA, IRAP, DIT, imposta di registro, imposta sulle successioni e donazioni, imposta di bollo, tasse sulle concessioni governative, imposta sugli intrattenimenti, tributi minori) l'istanza di interpello deve essere presentata , in via generale, alla Direzione regionale dell'Agenzia delle Entrate competente in relazione al domicilio fiscale del contribuente.

Guida operativa